Media Today

NEWS

Senso di comunità e codice che funziona: Arpanet era la rete per noi maker della ricerca

Per i pisani appassionati di ICT (si direbbe oggi) il CNUCE (Centro Nazionale Universitario di Calcolo Elettronico) apparteneva alla mitologia. Gli sviluppi dell’informatica dei pionieri (quelli che videro il passaggio dalle valvole ai transistor), il Centro di Ricerca di IBM proprio dall’altro lato della strada, il maestro Grossi con il suo TAU2, il gruppo di dinamica del volo, i calcoli per il satellite Sirio, la rete RPCNET… noi studenti dei primi anni dell’università andavamo a recuperare i tabulati (rigorosamente a foglio perforato) di qualche “run andato male” per scriverci dietro i nostri appunti!
Quando l’ho frequentato per la prima volta per imparare ad usare il primo personal computer (IBM!) era già un istituto del CNR, non più “Centro Nazionale Universitario di Calcolo Elettronico” ma un istituto del “comitato di Ingegneria” ed eravamo ammirati, (e lo siamo ancora!), degli ingegneri che lavoravano li e che all’università ci facevano lezione nell’ambito[…]