Media Today

NEWS

Olimpiadi 20. Dalla Transparent window a Light ID, quel techno di Rio che apre scenari


Le prove per il ponte aereo che sta svuotando velocemente Rio le abbiamo fatte un po’ tutti in questi giorni salendo verso il Pan di Zucchero in compagnia di gente di ogni nazione. La teleferica arriva prima al Morro do Urca, poi in cima a 400 metri. E’ ovvia la sensazione di dejavu e non solo perché tutti abbiamo in mente una delle cartoline più famose di Rio, ma anche perché sul bindnho, il nome delle cabine che hanno cominciato a viaggiare nel 1912, è stato girato anche il film Moonracker della serie 007. Tra l’altro, l’Italia ebbe un ruolo decisivo nel rifacimento della struttura inaugurato nel 1972: i dirigenti brasiliani vennero in Italia negli anni precedenti in viaggio di aggiornamento professionale per vedere le nostre di teleferiche, ed evidentemente furono convinti da quel che provarono perché scelsero per i  lavori la Om Agudio, azienda italiana, che sviluppò un progetto dell’ingegner Achille Bonini.
LA SCELTA DI PANASONIC
Durante i Giochi la[…]