Media Today

NEWS

Innovare al museo: tra realtà virtuale e proximity marketing

Un po’ di giorni fa mi sono chiesta se il marketing e la tecnologia possano aiutare a migliorare la diffusione e la fruizione dell’arte e della cultura.
La risposta a cui sono giunta è sì. In particolare il proximity marketing e la realtà aumentata possono diventare ottimi strumenti di content marketing attraverso cui creare nuovi contenuti e arricchire l’esperienza del visitatore, narrando storie e facendo parlare le opere d’arte.
Di fatto i musei hanno a disposizione molteplici tasselli, che, se ben organizzati insieme, possono trascinare il visitatore in una vera esperienza emozionale e di socializzazione, trasformando la fruizione dell’esperienza museale in un’avventura multidimensionale, che affianca ai contenuti classici nuovi contenuti generati dal visitatore stesso.
 
Le esperienze anglosassoni

Nei paesi anglosassoni il connubio fra arte, mercato, turismo e cultura è un potente driver di crescita che permette di attirare non solo la[…]