Media Today

NEWS

Il nuovo domaining cinese è come i Bitcoin? No, forse è meglio

I domini brevi sono sempre stati preziosi, ma se una società oggi desidera acquistare uno short name deve sapere che il prezzo sta diventando sempre più alto.
Si sta sviluppando un mercato che pochi conoscono e che coinvolge decine o centinaia di milioni di dollari ogni mese. Nel corso degli ultimi due anni, la Cina è diventata il più grande acquirente di nomi a dominio, scrivendo quella che è probabilmente la più grande storia di investimenti in nomi a dominio da quando Internet ha visto la luce.
Gli investitori cinesi stanno comprando domini numerici e di pochi caratteri, soprattutto .com.
George Kirikos (ICANN), ha scritto su Twitter il 14 novembre: “136 domini di due lettere .com (su un totale di 676) sono ora di proprietà di domainer cinesi, che hanno superato la barriera del 20%.”
La stessa settimana di novembre, TheDomains.com ha pubblicato un articolo che riporta le parole di Verisign: nelle ultime 3 settimane sono stati registrati 3,2 milioni[…]