Media Today

NEWS

Personal Branding: “E ti distingui dalla massa!”

PERSONAL BRANDING  e ti  Distingui Dalla Massa.

QUI SI PARLA DI TE.

PROFESSIONISTA, LAVORATORE AUTONOMO, ARTIGIANO, MANAGER,

LAVORATORE DIPENDENTE, DISOCCUPATO.

Se il tuo lavoro non va bisogna cambiare, adattarsi al CAMBIAMENTO NON E’ UNA SCELTA MA UNA NECESSITA’.

1.Comunicare se stesso 


Il personal branding è un’attività diretta a comunicare, all’esterno, le nostre competenze , conoscenze , qualità, professionalità, sia in ambito sociale che lavorativo, in poche parole “la nostra offerta”.
Anche la persona è un prodotto che ha un ciclo di vita e che costruisce un brand sul quale può influire utilizzando le tradizionali regole di marketing, facendo così il proprio personal branding.
Quindi quale sono le caratteristiche che compongono il Pesonal Brand?
L’insieme dei valori, competenze, formazione scolastica, apprendimento attraverso corsi, seminari webinar , master, etc, e ancora passioni, ricordi, visioni, tutto ciò, che immediatamente chi ci sta attorno collega noi quando ci incontra personalmente o attraverso altri strumenti di comunicazione , internet, video, telefono, è tutto ciò che trasmettiamo attraverso le nostre attività e il nostro comportamento.
Riguarda il modo con cui facciamo marketing di noi stessi.
In definitiva far personal branding significa , influenzare la percezione che le persone hanno di noi, che lo si voglia o no le persone elaborano opinioni e sviluppano aspettative nei nostri confronti.
Perché è importante il Personal Branding ?
Per le persone in cerca di occupazione può rappresentare un occasione per distinguersi acquisendo così un vantaggio competitivo , ma riuscire a gestire il proprio brand personale è necessario anche per i manager, per i professionisti , lavoratori autonomi, anche se soddisfatti del proprio risultato lavorativo.
Sviluppare la propria carriera, ricevere nuove proposte di lavoro, entrare in relazione con altre persone interessate agli stessi argomenti e vedersi riconoscere la propria autorevolezza è più di una gratificazione personale , tanto più oggi che le referenze hanno soppiantato il curriculum vitae tradizionale.
L’avvento di internet ha reso fruibili una serie di strumenti on line. I blog, i social network, sono ambienti ideali per promuoverci, rendendo di fatto accessibili a tutti i nostri contenuti in maniera permanente, moltiplicando così le opportunità di visibilità.
La prima fase del personal branding , è lancio e nascita, e come tutte le partenze è il momento di maggiore sforzo, attenzione e impegno.
Dobbiamo prendere confidenza con gli strumenti di comunicazione, preparare un piano per comunicare noi stessi, assemblare i contenuti da pubblicare, titoli di studio, corsi, master, seminari, esperienze lavorative, hobby, infine bisogna redigere un calendario delle attività da divulgare , tenendo conto che ogni strumento ha le sue regole da rispettare.
La seconda fase è quella della crescita e sviluppo, non meno importante della precedente, è il momento di farsi conoscere per acquisire visibilità rispetto ai concorrenti per avere un vantaggio competitivo. In questa fase la nostra attività d’ informazione , deve promuovere e sostenere la fiducia nei nostri confronti , sottolineando le differenze rispetto a i nostri concorrenti. Lo scopo è quello di procurarci contatti al fine di costruire una relazione con i nostri interlocutori.
Terza fase è la maturità e declino, è il momento più pericoloso, perché le nostre capacità di attrazione sono scese a causa di fattori , direi quasi naturali , l’entrata di nuovi competitors , idee innovative,etc,etc…
In questa fase ,è necessario, consolidare la nostra reputazione , bisogna aggiornarsi continuamente , essere curiosi verso il mondo che cammina, avere una strategia di ricerca delle innovazioni, partecipare a corsi di aggiornamento , accettare nuove sfide.
Vediamo ora come delineare il nostro “Personal Brand” prima che lo facciano altri per noi.
“IO S.P.A.” è un concetto coniato da Harry Beckwith: La mia reputazione e la mia credibilità si definiscono tramite la qualità del mio lavoro , attuale e passato, e determinano la qualità del mio lavoro futuro.
In questo ambito grande importanza ha il valore della presentazione, per questo motivo è necessario seguire un percorso , sapere a quali domande dare le giuste risposte.
Analizziamo quindi i benefit del personal Branding , vediamo quindi quattro vantaggi che possiamo ottenere attuando una strategia di Personal Branding.
Il primo differenziarsi dalla concorrenza , per fare ciò bisogna scoprire i nostri punti di forza e di debolezza, bene fare un’attività di autoanalisi prima ma chiedere a chi vi conosce come vi vede lui .
Inoltre bisogna identificare il nostro Unique Value, la proposta di valore CHE CI RENDE UNICI , una promessa di valore che consegneremo a chi ci da fiducia.
Secondo , aumentare la fiducia nelle proprie capacità , definendo i messaggi chiave da comunicare essendo autentici e coerenti con noi stessi.
Terza fase , incrementare la nostra visibilità e presenza, identificando i nostri target e per ognuno di loro intercettare i bisogni che gli dobbiamo soddisfare. Infine fare networking, scambiare e condividere informazioni e risorse.
Quarta fase , raggiungere gli obiettivi, definendo le nostre aspettative e comunicando i nostri successi.

Quali sono gli elementi chiave che definiscono il personal branding ?
In primo luogo il carisma ,lo stile, , la conoscenza, l’educazione , l’esperienza, ma anche talento, personalità e passione , motivazioni che tutte insieme si manifestano poi nel comportamento , nella comunicazione e nella presentazione di se stessi.

Nei paesi , Inghilterra,Stati Uniti d’America , chi fa Personal Branding non ha paura del futuro.

HAI DELLE DOMANDE ?

HAI DELLE RIFLESSIONI DA FARE?

Clicca sul link di seguito e riempi il modulo contatti

http://www.mediatoday.it/contatti.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *